“Piccolo laboratorio Sperimentale per lo Sviluppo Sostenibile”

Poste le basi per fare del GAL un “Piccolo Laboratorio Sperimentale per lo sviluppo sostenibile del territorio

Tre giorni di incontri, dibattiti,  visite nei comuni, scambi di opinioni, progetti, visioni, tavoli di lavoro, affascinazioni culturali che solo il territorio del GAL TIRRENICO con i suoi 13 comuni può e sa offrire.

Questa è stata, in sintesi, il primo effetto della visita esplorativa nel GAL da parte del UNESCO, Ufficio Regionale per la Scienza  e la Cultura in Europa e del MUNCH, Coordinamento delle Cattedre UNESCO nel Mediterraneo.

“Tre giorni intensi e belli” hanno coralmente e con grande soddisfazione detto il prof. Paolo Ceccarelli, UNIFE, il prof. Enrico Fontanari, Cattedra UNESCO dell’Università IUAV di Venezia, e il dott. Matteo Rosati, UNESCO.

La visita, richiesta formalmente all’incontro di febbraio, con i vertici UNESCO, a Siena dall’arch. Roberto Sauerborn, grazie anche al prof. Ceccarelli, che torna nei luoghi del GAL per la terza volta, è stata minuziosamente preparata nella consapevolezza che tanto altro, per il poco tempo, non si è potuto offrire all’attenzione della delegazione.

Ma, l’obiettivo, covato e auspicato dai vertici del GAL, della visita esplorativa è stato centrato con grandissima soddisfazione anche del direttore del GAL TIRRENICO, l’arch. Roberto Sauerborn, e cioè la conferma della volontà del GAL di proporsi come un laboratorio sperimentale per lo sviluppo sostenibile del territorio tramite l’applicazione di strumenti e metodologie definiti in ambito UNESCO su temi quali i paesaggi storici urbani, la gestione integrata delle risorse culturali e naturali, e il rapporto fra aree urbane e rurali.

Le azioni di conoscenza, innovazione, formazione, ricerca e pianificazione che il GAL si impegna ad attivare in questo quadro, con il prezioso sostegno delle Cattedre UNESCO del Mediterraneo, avranno un triplice obiettivo: in primo luogo, favorire uno sviluppo inclusivo dell’intero territorio del GAL, valorizzandone le molte e preziose specificità secondo un approccio sistemico; in secondo, raccogliere esperienze, informazioni e conoscenze che potranno dimostrarsi d’interesse oltre i confini del GAL; infine, esplorare opportunità di cooperazione internazionale.

“Questo sarà anche motivo di implementazione di un TURISMO DELLA CONOSCENZA (uno degli obiettivi del Gal Tirrenico e che ne conia il termine concettuale) grazie alla NARRAZIONE del territorio, delle unicità e preziosità di tutti i comuni del GAL TIRRENICO”, ha dichiarato il presidente dal Gal Tirrenico, dott. Roberto Materia.
Da oggi per il GAL Tirrenico parte una nuova sfida che richiederà intenso e qualificato lavoro, partecipazione e condivisione da parte di tutti i soci, i partner e dell’ufficio del Gal: l’interesse e l’obiettivo se condivisi sono la base della sostenibilità e il GAL TIRRENICO ha dato prova di saperla testimoniare nei fatti grazie alla corale azione e condivisione dei sindaci e dei soci privati.

Nei prossimi mesi si attiveranno gli accordi di dettaglio tra gli enti e gli organismi anche per la partecipazione in sinergia ai bandi comunitari Interreg e Horizon 2020.

Al prof. Ceccarelli, al prof. Fontanari e al dott. Rosati sono andati il ringraziamento e le attestazioni di sincera stima da parte di tutti i sindaci e del CdA del Gal Tirrenico.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...